• Home
  • Interviste
  • L'ipnosi per il trattamento della sindrome del colon irritabile

L'IPNOSI PER IL TRATTAMENTO DELLA SINDROME DEL COLON IRRITABILE

La sindrome del colon irritabile: cos'è

La sindrome del colon irritabile è una malattia che colpisce prevalentemente il sesso femminile (secondo alcuni studi, il doppio rispetto a quello maschile), maggiormente in età compresa tra i 20 e i 40 anni. Interessa l'intestino causando sintomi tipici come gonfiore addominale, associato a dolori, stitichezza alternata a diarrea, meteorismo. Spesso a questi disturbi principali si aggiungono disfunzioni del tratto digestivo, reflusso gastrico, celiachia (intolleranza al glutine); in molti casi cefalea, stanchezza, dolori alla schiena, insonnia.

Poichè al momento non esiste un test diagnostico specifico ed i sintomi sono comuni ad altre patologie, è difficile formulare una diagnosi precisa. Spesso questa malattia comporta anche disturbi di natura psicologica come ansia e depressione.

Alcuni studi clinici hanno messo in luce che i disturbi della sindrome del colon irritabile si verificano in particolari situazioni come in momenti di stress o di alterazioni ormonali (ad esempio durante il ciclo mestruale), o in seguito all'assunzione di cibi particolari (i più comuni sono caffè, latte e derivati, cavolfiore, cavolo, alcolici, frutta, cioccolata, grassi).

Cause della sindrome del colon irritabile

Come già detto, la sindrome del colon irritabile è causata da innumerevoli fattori ed è piuttosto difficile da diagnosticare poiché genera più sintomi i quali sono riconducibili anche ad altre patologie.

Le cause si possono dividere in psicologiche e biologiche: le prime si riferiscono ad ansia e stress, spesso causati da traumi o periodi difficili o ancora dalla percezione dell'individuo dei sintomi fisici; le altre riguardano aspetti fisici come ad esempio l'alterazione della flora batterica dovuta a infezioni o a mal funzionamento dell'apparato intestinale. Da non escludere tra le cause anche eventuali allergie e intolleranze alimentari e l'elevato utilizzo di farmaci. La psicosomatica gioca un ruolo importante: l'intestino è infatti considerato il “secondo cervello” strettamente correlato al cervello principale. Questo fa sì che un forte stress psicologico si ripercuota sull'intestino, così come un problema di funzionamento dell'apparato intestinale comporti disagio a livello psichico.

Cura della sindrome del colon irritabile

Essendo la sindrome del colon irritabile una patologia cronica, non vi è una cura specifica e potrebbero essere necessari anni di trattamento. Tendenzialmente si agisce su più fronti attraverso varie tipologie di trattamenti che interagiscono tra loro: dieta ad hoc, esercizio fisico, riposo, farmaci anti-diarroici e/o lassativi spesso associati a psicoterapia.

Curare la sindrome del colon irritabile con l'ipnosi clinica

L'ipnosi clinica è uno dei pochi settori della medicina e della psicologia che godono di una sperimentazione che raccoglie centinaia di studi ogni anno. Ciò significa che in molti Paesi del mondo si continuano ad indagare le tecniche, l'efficacia, l'applicazione.

Molte ricerche scientifiche hanno convalidato l'utilizzo dell'ipnosi per la cura della sindrome del colon irritabile. L'effetto benefico di tale pratica viene misurato in base alla predisposizione del paziente a questo tipo di terapia: giocano ruolo fondamentale il rapporto che si instaura tra psicoterapeuta e paziente (fiducia) e la capacità di immaginazione di quest'ultimo. Alcuni studi hanno evidenziato che l'efficacia del trattamento si aggira tra il 70% e l'80% dei casi trattati.

L'ipnosi agisce a livello psicologico riducendo lo stress del paziente, una tra le cause individuate per questa patologia. Si specifica comunque, come detto precedentemente, che il solo trattamento ipnotico non basta per la remissione dei sintomi (deve quindi essere associato ad altre forme di terapia). In generale, sono stai rilevati miglioramenti dal punto di vista fisico (riduzione del gonfiore addominale e dei dolori, controllo su stipsi e diarrea) e psicologico (benessere mentale).

I pazienti colpiti da colon irritabile e sottoposti a terapia ipnotica hanno ridotto drasticamente i disagi psicofisici dovuti alla patologia. E' importante sapere comunque che è il terapeuta a valutare la necessità di ricorrere a questo tipo di terapia, dopo aver analizzato la predisposizione del paziente. Condizioni necessarie per la buona riuscita della terapia sono la fiducia che si instaura con il terapeuta e la reale capacità del soggetto di lasciar andare la sua immaginazione chiaramente sotto supervisione del terapeuta ipnologo.

Tempi di remissione della malattia

Una ricerca scientifica degli anni Ottanta ha dimostrato come i sintomi della sindrome del colon irritabile si siano attenuati, se non scomparsi, attraverso un trattamento di ipnosi in 3 mesi su un campione di una trentina di persone.

Altresì, uno studio più recente (2013) pubblicato sull'Americal Journal of Gastroenterology ha evidenziato come su un campione di 264 pazienti affetti da colon irritabile si siano verificati miglioramenti psico-fisici in seguito a psicoterapia ipnotica accomunata a trattamenti farmacologici specifici.

Come funzione la terapia ipnotica

Attraverso l'ipnosi il paziente viene avviato ad un rilassamento progressivo che trasmette immagini e sensazioni di benessere rispetto ai sintomi causati dalla patologia.

La sindrome del colon irritabile, infatti, risponde molto bene al trattamento con l’ipnosi o l’autoipnosi, per diverse ragioni. In primo luogo, gli attacchi legati allo stress possono essere significativamente ridotti. In secondo luogo, uno degli aspetti più impressionanti dell’ipnoterapia, e di enorme beneficio per chi soffre di questo disturbo, è la sua capacità ben documentata di alleviare praticamente tutti i tipi e gradi di dolore.

Attraverso le immagini emozionali suggerite dall'ipnosi, i pensieri diventano funzionali al corpo che comunica con il cervello. In questo l'ipnosi clinica, generando nella mente del paziente forti emozioni, diventa un mezzo importante per far dialogare la mente con il corpo, crea quindi un legame tra psiche e biologia. Poichè, come già detto, la sindrome del colon irritabile è causata sia da disturbi mentali che da disturbi fisici, il trattamento ipnotico clinico mira ad alterare lo stato mentale del paziente al fine di regolarne la condizione corporea conducendolo ad uno stato di benessere. Il terapeuta induce la persona sottoposta ad ipnosi ad una realtà fittizia dove sperimentare atteggiamenti diversi rispetto a quelli a cui è solito il paziente che potrà in questo modo vivere e percepire in modo migliore i sintomi legati a questo disturbo. Quindi possiamo affermare che l'ipnosi clinica per la cura o la remissione dei sintomi della sindrome del colon irritabile comporta, come dimostrato da molti casi, un miglioramento sia fisico (sollievo dal dolore) che psichico (stato d'animo sereno e maggiore libertà).

Il dottor Michele Canil, dalla propria esperienza clinica, riferisce che “Nella pratica clinica molti di noi sperimentano dei risultati anche molto importanti; è una tecnica che fondamentalmente non ha effetti collaterali e che ha un largo spettro di applicazione, sia con persone di diverse età sia su diverse tipologie di disturbi. Basti pensare che è uno dei metodi più indagati per accelerare la guarigione rispetto alle ustioni piuttosto che in altri ambiti dermatologici dove l'eziopatogenesi, cioè la ricerca delle cause che portano ad un dato disturbo, è sempre misteriosa ed in tali casi tutte le tecniche che pongono la persona in una situazione ipnotica migliorano moltissimo il processo di guarigione”. In largo uso in ambienti anglosassoni, in alcuni Paesi l'ipnosi trova impiego addirittura in ambito ospedaliero: vi sono infatti ospedali organizzati con ipnologi interni per svariati motivi; ad esempio laddove non vi siano le condizioni per cui una persona può ricevere un'anestesia per piccoli interventi, piuttosto che per interventi di chirurgia odontoiatrica o dermatologica, spesso per il rilassamento dovuto a emicranie e cefalee muscolo-tensive, a disturbi gastrointestinali, al colon irritabile appunto, su cui è uno dei primi trattamenti scelti.

Effetti dell'ipnosi per la cura di altre patologie

La storia dell'ipnosi ha radici molto lontane perchè è uno dei primi metodi sperimentati non solo per la guarigione di alcune malattie nervose, ma anche per la regolazione fisiologica di quegli organi che per disfunzioni di tipo stressogeno oppure emotivo non lavorano più come dovrebbero. Ricordiamo il larghissimo utilizzo negli Stati Uniti nel periodo seguente alla guerra del Vietnam; con la Seconda Guerra Mondiale c'è stata un'applicazione massiccia dell'ipnosi da parte dei terapeuti proprio per i traumi di guerra. Essenzialmente, l'utilizzo che si è fatto dell'ipnosi per rimuovere o migliorare i traumi importanti ha una letteratura scientifica molto ampia.

E' curioso come tutt'oggi vi siano ancora moltissime applicazioni dell'ipnosi per i comportamenti da dipendenza, disassuefazione da fumo e in generale comportamenti che la persona non desidera mettere in atto ma si ritrova inconsapevolmente a mettere in atto.


Testo a cura di S. T. con la consulenza del dott. Michele Canil, Psicologo, Psicoterapeuta
Neuropsicologo, Ipnosi clinica, Terapeuta EMDR, perfezionato in Psicofisiologia clinica, Genetica, Nutrizione. Opera nelle città di Vittorio Veneto, Conegliano, Treviso.
Il dott. Canil si occupa da molti anni di diagnosi e cura della depressione a Treviso, Conegliano e Vittorio Veneto. Oltre a ciò tratta molti disturbi psicosomatici, si occupa di cura dell’ansia e di attacchi di panico e molti altri tipi di disturbi. Opera in strutture ospedaliere ed in studio privato di Psicologia, Psicoterapia e Neuropsicologia.

Ambiti d'intervento



Dr. Michele Canil
Psicoterapeuta Psicologo Treviso - Conegliano - Vittorio Veneto

Sedi:

Via Giosuè Carducci 1, 31029 Vittorio Veneto (TV)

Viale della Repubblica, 243 Treviso (strada Ovest)

declino responsabilità | privacy | cookie policy
canil.michele@libero.it

P.I. 04290230269 | Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Veneto n. 6145

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà del Dr. Michele Canil

© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.